Questo evento risale a svariati anni fa, ma è rimasto ancora impresso per bene nella mia mente. Al tempo lavoravo in un ufficio commerciale dove eravamo in tanti, si andava d’accordo e ci si divertiva, si era creato un clima cameratesco. Come sempre in ambienti dove si trovano uomini e donne c’era sempre chi ci provava con rappresentanti dell’altro sesso, con risultati alterni. Con due colleghi, Giorgio e Graziano, eravamo diventati molto amici, loro in particolare sbavavano per una nostra collega molto bella e sexy, sposata, ma questo non li fermava. Non facevano altro che dirmi di quanto fosse sexy e cercavano di flirtarci quanto possibile, in realtà lei gli dava un minimo di corda, ma non gli lasciava grandi spazi di speranza. Avevamo conosciuto anche il marito, un tipo simpatico ed alla mano con cui ci si poteva passare del tempo piacevolmente. Arriviamo così all’ultimo dell’anno di quel 2006, tutti assieme si organizza una festa in villa da uno sul lungomare del Lago di Garda, ognuno porta qualcosa. Ci troviamo tutti assieme, oltre una ventina di persona con rispettivi mogli, mariti, partner per gli accompagnati, e la festa ebbe inizio, tra abbondanti libagioni e tanto vino e spumante.

In particolare io con Giorgio e Graziano ci eravamo fermati a parlare con Stefania, la collega che piaceva tanto ai miei due amici, suo marito Giuliano si era defilato in un altro gruppo. Stefania era decisamente sexy, un miniabito rosso la fasciava perfettamente ed il profondo decolleté mostrava due seni perfetti, visto che i miei due amici non facevano altro che intrattenerla mi unii ad un altro gruppo dove stava una biondina che mi piaceva parecchio. Intanto con la coda nell’occhio guardavo i miei due amici che continuavano a provarci aggiungendo tutti i tocchi che potevano su Stefania e non nascondendo di affondare gli sguardi nel suo seno, mentre il di lei marito buttava occhiate incuriosite verso il trio, sperai non succedesse niente, ma mi sbagliavo alla grande.

Arriviamo a mezzanotte e si festeggia, si stappano ulteriori bottiglie, poi pian piano le persone salutano e vanno via, il salone si svuota, rimaniamo io con Giorgio e Graziano e Stefania con il marito Giuliano. Giorgio apre una ennesima bottiglia e propone alla coppia di restare a dormire lì visto che oramai erano le 3 di notte, e rientrare il mattino seguente, aggiungendo che potevano passare altro tempo con qualche gioco da tavola. Giuliano e Stefania acconsentono, e mentre Graziano versa da bere altro spumante, Giorgio sparisce e torna con un gioco in scatola “Così fan tutte”. Comprendiamo subito dalle immagini e dalla scatola di cosa si tratta, un gioco sexy di società, ma Stefania acconsente ridendo, così anche suo marito, io resto un poco stupito, ma ci sediamo ed iniziamo a giocare. Ci sono caselle dove bisogna obbedire alla sorte, altre con carte che danno potere o penitenza, io perdo i pantaloni, poi Giuliano passa indenne, Giorgio lascia la cravatta sul tavolo, Graziano vince di poter toccare e ne approfitta dando una palpata al sedere di Stefania. Al secondo giro perdo la cravatta, Giuliano ancora passa indenne, Giorgio vince uno spanking e sculaccia Stefania che ride mentre il marito ci guarda, Graziano perde i pantaloni. Al terzo giro io passo, il marito di Stefania perde le scarpe, Giorgio e Graziano passano indenni, ma Stefania atterra sulla casella body e dovrebbe toglierselo. Purtroppo non ce l’ha, si toglie il balconcino e le sue tette da quinta escono dall’abbondante scollatura, io temo succeda qualcosa, ma a quanto pare il continuo versare spumante ed il clima di festa sono superiori a tutto. Giorgio si avvicina a lei e gliele prende in mano sistemandole per bene, io guardo Giuliano che fissa un altro uomo che gioca con le tette di sua moglie, la cosa è eccitante sicuramente, tutto è tranquillo e si ride. Altro giro di carte, altra bottiglia, io e Giuliano abbiamo la testa che gira e dobbiamo lasciare il tavolo per sederci sul divano, dopo poco crolliamo in una sorta di svenimento alcoolico.

Sono come in un limbo, sento rumori, risate, ma non riesco a mettere a fuoco, mi addormento, Giuliano è seduto, mezzo sdraiato, al mio fianco, ad un certo punto mi riprendo. Non sento nessun rumore, mi muovo leggermente, sento Giuliano muoversi al mio fianco, ho gli occhi semichiusi, lui si alza ancora intontito, io resto fermo, lo vedo allontanarsi verso i bagni, il salone è deserto, mi chiedo dove siano finiti gli altri, i miei due amici e la Stefania. Mi alzo anche io, avendo perso le scarpe sono ancora con i calzini e quindi non faccio nessun rumore, seguo ad una certa distanza Giuliano, per arrivare ai bagni bisogna passare davanti alla camera da letto. Vedo da dietro Giuliano fermarsi di colpo, dalla camera vengono anche dei rumori, indistinti, soffocati, molte luci sono spente e quindi posso guardare senza essere visto. Vedo Giuliano guardare dentro, mi sporgo e non visto guardo anche io. Vediamo Stefania seduta sul letto, il vestito è tirato giù alla vita, i suoi splendidi seni sono esposti, davanti a lei, in piedi, stanno Giorgio e Graziano, con le mani lei tiene in mano i membri dei miei due amici e li spompina uno per volta, a volte li avvicina e li lecca entrambi, poi li prende in bocca uno per volta, i gemiti sono evidente segno della bravura della donna e del piacere dei due uomini. Temo che Giuliano entri dentro e scateni un casino, ma lui invece si ferma sulla porta e guarda, la scena è terribilmente eccitante. Ad un certo punto lei fa distendere Giorgio sul letto, poi si mette di fronte a lui, in piedi, si tira su il vestitino sfilandosi il perizoma, il rosso dello straccetto che le ricopre i fianchi è smagliante, sale sopra al mio amico infilandosi il pene dentro, lentamente, un poco per volta, si vede che da brava professionista del sesso sa come far godere un uomo. Inizia a scoparsi il mio amico, suo marito è sempre fermo sulla porta ad ammirare la scena, io ce l’ho durissimo, è tutto terribilmente eccitante, vorrei essere dentro con i miei amici, la rabbia per questo aumenta quando vedo Graziano avvicinarsi al culo di Stefania che si muove ritmicamente mentre scopa Giorgio. Graziano le mette le mani sui glutei, le allarga il buco il più possibile, vi appoggia il suo pene, e con un colpo secco le entra dentro. Inizia un trio spettacolare, lei si sta godendo una doppia penetrazione con il marito che guarda, anche se il trio non lo sa, Stefania geme e gode in maniera oscena. Eccitatissimo, come sicuramente il marito visto che non dà segni di voler intervenire, resto fermo, quando l i vedo venire tutti e tre torno precipitosamente sui miei passi e mi rimetto sul divano facendo finta di dormire. Sento anche Giuliano venire al mio fianco e coricarsi, ma sono sicuro che anche lui finge. Nella testa tanti pensieri, la voglia di Stefania mi dilania, spero che un giorno possa venire anche il mio turno, nel frattempo mi addormento e viene mattina. Ognuno riprende il proprio posto nella vista di tutti i giorni, ma con la speranza che l’anno che è iniziato così bene, possa portare altre belle sorprese.

 

 


{{comment.content}}