La settimana scorsa mia moglie mi dice che un suo vecchio amico di quando eravamo ragazzi, che aveva conosciuto in vacanza, ma mi diceva non esserci mai stato neinte, passava da dove abitiamo e voleva salutarla. Bene le dico, noi avevamo già programmato di uscire per cena e ballare il sabato sera, quindi dico, faccio aggiungere un posto. Programmiamo anche di preparare la camera degli ospiti in modo che possa restare a dormire da noi, posto ne abbiamo.

Arrivati al sabato Riccardo bussa a casa nostra e ci presentiamo, del milanese, bel ragazzo indubbiamente, ed anche simpatico. Facciamo un poco di chiacchiere mentre preparo un aperitivo, intanto lei si veste, scende dalle scale ed aveva un miniabito con calze in tono e stivali, era veramente figa. Non potei fare a meno di vedere che anche Riccardo la guardava, comunque proprio in quel momento suona il cellulare e capita una emergenza di famiglia che mi obbliga ad andare via. Loro propongono di disdire tutto, ma no dai, dico andate voi, ci vediamo appena mi libero.

Esco con l'idea di fare presto e raggiungerli, purtroppo la cosa si prolunga, faccio molto tardi, torno a casa in piena notte e vedo che la macchina di Riccardo, con cui erano andati via, è già parcheggiata. Immaginando fossero a dormire faccio piano ed in silenzio entro in casa. Sento dei rumori provenire dalle camere, mia moglie si addormenta con la tv accesa, quindi non mi stupisco, mi tolgo le scarpe e salgo in silenzio al buio per non svegliare nessuno. Ma non ce ne era bisogno, arrivato sulla porta della camera vedo lei distesa a gambe aperte, le spalline del vestito tirate giù, la gonna alzata e Riccardo che le sta leccando la fica, poi le baci i capezzoli mentre gliela tocca, ancora le bacia in bocca poi si scosta e sempre mentre la masturba le appoggia il cazzo alla bocca, lei è bravissima in questo, lo prende in mano e lo sega mentre glielo succhia alla grande. Sono raggelato e resto nel buio a guardare. Sotto il lavoro di mia moglie gli diventa enorme, poi si tira via e torna fra le sue gambe, lo appoggia sulla sua fica e con un colpo secco glielo sbatte dentro iniziando a stantuffarla con forza mentre lei geme. Vanno avanti un poco ed io resto a guardare, intanto mi è venuto duro, un misto di gelosia, ma anche di eccitazione. Quando lui viene ridiscendo le scale in silenzio e torno fuori. L'aria fresca, per non dire fredda, mi fa bene e mi toglie un poco di bollore. Aspetto una decina di minuti, poi apro la portiera e la chiudo sbattendola in modo che si sentisse che ero arrivato, rientro in casa come se niente fosse e salgo di sopra in silenzio, lui dorme(?) nella camera degli ospiti, lei nel nostro letto con il pigiama. Mi infilo nel letto e mi metto a dormire, tra mille pensieri,
continua....


{{comment.content}}